Il CIO: il vero ispiratore dell’innovazione

Tech News – Nuovi rilasci in ambito Google security
30 Marzo 2018
MCM Milano
6 Aprile 2018

Si è parlato molto sulla rinnovata importanza del Chief Information Officer – il responsabile delle tecnologie dell’informazione. Nuove denominazioni compaiono, in primis su LinkedIn, per meglio rappresentare il riposizionamento del CIO all’interno dell’ecosistema aziendale: dirigente strategico, business model innovator, business leader. Sono state usate anche metafore più suggestive come CIO direttore d’orchestra e addirittura CIO re dell’innovazione, con la missione di creare collegamenti tra la tecnologia e il business.

Il fiorire di tutte queste espressioni dimostra che il CIO si sia spostato da un ruolo prettamente tecnico, spesso considerato funzionale ad altre divisioni, a una funzione più trasversale tra IT, business e creatività. Il Chief Information Officer diventa così il vero ispiratore dell’innovazione, con le competenze necessarie ad affrontare i cambiamenti derivati dall’integrazione del digitale al business.

 

La skill più importante: saper interpretare al cambiamento

I Chief Information Officer sono abituati al cambiamento: la tecnologia cambia continuamente, creando sempre nuove sfide ed opportunità, spesso in egual misura. Oggi i CIO si stanno attrezzando per cogliere al volo le opportunità della trasformazione digitale.

Il loro ruolo va oltre al semplice efficientamento del business: stanno infatti diventando veri e propri promotori dell’innovazione. Sono loro che anticipano i trend del business, in alcuni casi anche dando spazio ai loro salti intuitivi.

Pensiamo per esempio al gruppo bancario olandese ING: a seguito della crisi finanziaria del 2008, ING ha dovuto adattare il suo modello di business a un contesto in rapido cambiamento. Anziché mettersi sulla difensiva, ING ha completamente ristrutturato la sua struttura gerarchica in favore di principi organizzativi basati sulla collaborazione e costruiti intorno ai bisogni dei clienti, anche grazie all’adozione di strumenti di digital banking.

I CIO di ING sono stati ispiratori di questa ristrutturazione e il loro successo è stato anche riconosciuto a livello internazionale.

 

Le nuove funzioni chiave

Come ispiratore dell’innovazione, il Chief Information Officer ha assunto ruoli più strategici nel business, che qui dividiamo in quattro funzioni chiave:

CIO come technology strategist

Al di là del suo ruolo tecnico e operativo, il CIO progetta le strategie innovative per affrontare i cambiamenti della trasformazione digitale.

Le strategie innovative sono mirate a ottimizzare i processi e a rendere il lavoro più agile.

CIO come business leader

La figura del CIO è sempre più un mediatore tra IT e business, con nuove funzioni di leadership per governare la trasformazione digitale.

Le strategie dell’IT si legheranno sempre più con quelle del business. Servizi e modelli di business innovativi sorgeranno direttamente dai processi IT.

CIO come technology strategist

Al di là del suo ruolo tecnico e operativo, il CIO progetta le strategie innovative per affrontare i cambiamenti della trasformazione digitale.

Le strategie innovative sono mirate a ottimizzare i processi e a rendere il lavoro più agile.

CIO come business leader

La figura del CIO è sempre più un mediatore tra IT e business, con nuove funzioni di leadership per governare la trasformazione digitale.

Le strategie dell’IT si legheranno sempre più con quelle del business. Servizi e modelli di business innovativi sorgeranno direttamente dai processi IT.

CIO come talent manager

Il CIO favorisce l’innovazione creando un ambiente operativo più agile, in grado di attirare e trattenere talenti. Facilita la ricerca e lo sviluppo di competenze nascoste, anche grazie alle piattaforme di idea management.

Tutte le persone in azienda saranno così interconnesse in una rete di competenze in cui ognuno condivide le proprie conoscenze, dal senior IT specialist ai millennial più inclini ai cambiamenti.

Customer centric CIO

Il CIO crea soluzioni per migliorare e fidelizzare il rapporto con clienti e consumatori. Grazie a piattaforme di social innovation, i clienti saranno maggiormente coinvolti nella produzione.

Si avrà così una produzione più allineata alla domanda e una migliore customizzazione, per rispondere alle reali necessità dei clienti.

CIO come talent manager

Il CIO favorisce l’innovazione creando un ambiente operativo più agile, in grado di attirare e trattenere talenti. Facilita la ricerca e lo sviluppo di competenze nascoste, anche grazie alle piattaforme di idea management.

Tutte le persone in azienda saranno così interconnesse in una rete di competenze in cui ognuno condivide le proprie conoscenze, dal senior IT specialist ai millennial più inclini ai cambiamenti.

Customer centric CIO

Il CIO crea soluzioni per migliorare e fidelizzare il rapporto con clienti e consumatori. Grazie a piattaforme di social innovation, i clienti saranno maggiormente coinvolti nella produzione.

Si avrà così una produzione più allineata alla domanda e una migliore customizzazione, per rispondere alle reali necessità dei clienti.

Le nuove aspirazioni e prospettive di carriera

Alla luce del loro rinnovato ruolo, la maggior parte dei Chief Information Officer ritiene che i tempi siano maturi per ricoprire i ruoli più alti in azienda, passando a funzioni di General Management fino al ruolo di CEO.

I leader dell’IT saranno più coinvolti nei board aziendali che necessitano delle loro skills per definire strategie innovative, investimenti tecnologici e provvedimenti efficaci di cyber security.

 

Una nuova definizione: Chief Inspirational Officer

I Chief Information Officer che oggi stanno avendo successo stanno già usando le loro competenze in modi mai visti prima.

Per il CIO oggi, occorrono visione e strategia, ma anche creatività e cultura innovativa, oltre alle tradizionali capacità operative. Occorre anche capacità di comprendere i cambiamenti del mondo esterno e affrontarli in maniera innovativa.

I Chief Information Officer stanno così diventando i veri ispiratori dell’intero cambiamento culturale della trasformazione digitale. In quanto manager che ispirano le persone al cambiamento, potremmo chiamarli, per così dire, Chief Inspirational Officer.

Rimani aggiornato sulla digital transformation, non perdere i prossimi Inthinking

Iscriviti alla newsletter!

Privacy *
Leggi l'informativa sulla privacy
0Shares
Link rapidi Google Partner: Link rapidi Trasformazione Digitale: Link rapidi Rivenditore Google: Link rapidi Cloud Platform:
mostra link

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi