DevOps Transformation: mille opportunità, nessun limite

multiutility-ml-ai
Multi-utility: come AI ed ML migliorano produttività, qualità, flessibilità e servizi
19 Giugno 2020
expertise-compute-engine-google-cloud
Injenia ottiene la Compute Engine Expertise da Google Cloud
1 Luglio 2020

In Injenia concepiamo la metodologia DevOps come l’arte di considerare progettazione, deploy, rilascio e gestione di soluzioni software non come mondi separati ma come unico mondo. 

Abbiamo sviluppato un approccio in grado di agire sull’intera catena del valore e ci basiamo su una tool chain cloud native che rispetta la filosofia zero lock-in. Grazie all’esperienza maturata su casi di successo sviluppati insieme ad alcune delle principali aziende italiane siamo in grado di supportare i nostri clienti nella concreta applicazione della metodologia DevOps, a seconda degli obiettivi di business di ciascuna specifica realtà aziendale.

 

Perché abbiamo scelto la metodologia DevOps 

Il metodo di sviluppo DevOps ha una portata straordinaria perché ripensa la collaborazione all’interno di un’azienda tra gruppi diversi e tradizionalmente un po’ rigidi: development, operations e altre aree sviluppano in modo sinergico strategie comuni per fornire ai clienti soluzioni IT di qualità, in modo sempre più rapido e affidabile. La metodologia DevOPs consente di fare quel passo decisivo che serve per realizzare davvero un approccio multidimensionale capace di tener conto delle personas. 

Basata su una nuova logica fatta di social collaboration, DevOps è una metodologia di sviluppo software, integrazione e crowdsourcing verticale che abilita una reale collaborazione tra lo sviluppo (Development – Dev) e le operazioni (Operations – Ops), con l’obiettivo di accelerare i tempi di progettazione, testing e release di software e app, sia in ambienti cloud che on premise. Il risultato è la velocizzazione del time to market: un vantaggio competitivo a cui nessuna organizzazione può ormai rinunciare. 

 

Come assicuriamo una corretta esecuzione del metodo DevOps

I servizi DevOps si basano su due principi cardine: garantire lo sviluppo, l’implementazione e la delivery continui del software e automatizzare le attività di routine per liberare risorse umane e ridurre il rischio di errori. È inoltre fondamentale anche una profonda conoscenza dell’infrastruttura IT aziendale, dei processi e delle operazioni.

Perché possano emergere i veri flussi di lavoro DevOps è necessaria la creazione di team interfunzionali responsabili dell’intero ciclo di vita della distribuzione delle applicazioni: sviluppatori, ingegneri operativi e rappresentanti del dipartimento di controllo qualità impegnati direttamente nel miglioramento di tutti gli aspetti del processo.

Organizzare il team DevOps nel modo giusto non è sufficiente, è necessario anche che ci sia in una chiara pipeline a garanzia della continuità aziendale e dell’allocazione ottimale delle risorse: a partire dalle attività di audit e planning; proseguendo con l’implementazione e terminando con il mantenimento.

 

Audit e planning

  • Determinare quali sono le sfide aziendali da affrontare
  • Valutare l’infrastruttura IT esistente
  • Verificare la maturità del ciclo di vita della consegna del software
  • Progettare una tabella di marcia delle azioni necessarie per risolvere le sfide del cliente
  • Introdurre metriche condivise per la misurazione dell’efficienza
  • Pensare alla sicurezza delle applicazioni e dell’infrastruttura (DevSecOps) fin dall’inizio, compresa l’automazione di funzionalità di sicurezza per evitare che rallentino il flusso di lavoro DevOps
  • Selezionare gli strumenti e i processi appropriati per l’attività
  • Fornire una stima dei tempi e delle spese per ciascuna attività

Implementazione

  • Progettare e adottare l’ambiente Agile per il ciclo di vita della consegna del software
  • Progettare e adottare le procedure più appropriate per garantire visibilità operativa 
  • Completare i compiti e le attività secondo la tabella di marcia
  • Automatizzare le attività di test, integrazione e implementazione
  • Misurare l’efficienza secondo le metriche predefinite

Mantenimento (allocazione ottimale delle risorse e continuità aziendale)

  • Monitorare attivamente e proattivamente i processi di sistema
  • Determinare le cause di eventuali problemi
  • Risolvere i problemi
  • Migliorare in modo continuo i flussi di lavoro e le operazioni in atto
  • Aggiornare l’infrastruttura esistente o migrare a una nuova piattaforma cloud
  • Garantire che i livelli di salute operativa siano sempre alti

 

La terza fase è più lunga, ma richiede uno sforzo significativamente inferiore rispetto ai primi due.  

Il flusso di lavoro che abbiamo appena descritto è in realtà una vera e propria check list per la trasformazione digitale, che deve in ogni caso anche comprendere la costruzione di un’infrastruttura affidabile, solida e ben funzionante. L’esecuzione corretta della metodologia DevOps libera risorse preziose e consente di risparmiare tempo e fatica, potenziando il business.

Il problema principale è che anche se questo processo può sembrare semplice e diretto, possono presentarsi ostacoli che le aziende devono essere in grado di superare: 

  • requisiti vaghi
  • scarsa conoscenza delle infrastrutture
  • tecnologia obsoleta
  • mancanza di supporto gestionale per le iniziative di base trasformazionali.

Affidarsi a un interlocutore che possa assicurare skills ed esperienza è allora la scelta giusta: un partner dotato delle competenze necessarie a garantire il successo del progetto.

 

Integrare la sicurezza nel metodo DevOps: la metodologia DevSecOps

Per sfruttare al meglio la velocità e l’agilità dell’approccio DevOps, occorre anche garantire la massima sicurezza delle app e della infrastruttura: oggi la sicurezza non è materia esclusiva dello sviluppo ed è integrata in tutto il ciclo vita, dalla progettazione alla release. 

DevSecOps sottolinea la necessità di realizzare questo obiettivo attraverso approcci e strumenti che permettano di adattare le pratiche di sicurezza alla velocità del DevOps e di automatizzare alcune attività di controllo per evitare che si creino ostacoli nei flussi di sviluppo e operazioni, sempre più rapidi. Non si tratta semplicemente di adottare nuovi strumenti ma di operare un cambiamento profondo nella cultura e nelle strategie aziendali.

DevSecOps è la risposta naturale e necessaria ai colli di bottiglia che derivano dall’applicazione dei vecchi modelli di sicurezza alla moderna pipeline a consegna continua abilitata dal metodo DevOps. 

L’obiettivo è colmare le lacune tradizionali tra IT e sicurezza garantendo al contempo la consegna rapida e sicura del codice. Il pensiero in silos è sostituito da una maggiore comunicazione e responsabilità condivisa delle attività di sicurezza durante tutte le fasi del processo.

 

La cloud transformation: il ruolo chiave del DevOps

La metodologia DevOps riveste sempre maggiore importanza per le aziende che hanno una infrastruttura cloud, perché rappresenta la metodologia più efficace per  gestire risorse e capacità durante la cloud transformation, il processo di migrazione sul cloud di app, software, dati o intere infrastrutture aziendali in linea con gli obiettivi dell’organizzazione. 

E quando si parla di cloud oggi non è più una questione di se migrare, ma come migrare. Il business si è infatti da tempo reso conto dei benefici in termini di efficienza nell’analizzare e condividere i dati, accelerare il time-to-market, aumentare la flessibilità e l’agilità dell’azienda e migliorare la sicurezza delle reti. Il cloud inoltre abilita l’ecosistema digitale per le suite di collaborazione e produttività, i progetti di data analytics e l’implementazione di modelli di AI e ML. 

In Injenia abbiamo realizzato numerosi progetti di cloud transformation nelle principali aziende italiane, che hanno accelerato la release dei prodotti riducendo al minimo l’attrito tra operazioni e sviluppo, senza alcun rischio: in altre parola migliorando il business attraverso l’ottimizzazione dei processi di DevSecOps

Come partner Google Cloud dal 2010, realizziamo progetti cloud da quando non erano un’importante voce del budget aziendale; da quando c’era scetticismo se migrare o meno app e dati sul cloud. 

Specializzata il infrastruttura IT, ML e Collaboration, Injenia è tra i primi partner Google a livello globale esperto nell’integrazione, gestione e ottimizzazione degli ambienti multi e hybrid cloud, con un focus su Anthos, la piattaforma che rende coerenti gli ambienti on-premise e cloud e contribuisce ad accelerare lo sviluppo delle applicazioni. Injenia è anche partner Apigee, la piattaforma per gestire le API in modo efficiente e rendere più veloci e dinamiche le applicazioni aziendali. 

Contattaci per sapere di più sul DevOps

Nome e cognome *
Azienda *
Indirizzo email aziendale *
Recapito telefonico *
Privacy e iscrizione alla newsletter *
Acconsento al trattamento dei miei dati personali al fine di ricevere comunicazioni informative e promozionali, nonchè newsletter, da parte di Injenia s.r.l in relazione alle iniziative proprie e/o di società del gruppo Injenia Holding.
0Shares
Link rapidi Google Partner: Link rapidi Trasformazione Digitale: Link rapidi Rivenditore Google: Link rapidi Cloud Platform:
mostra link

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi