IDC Future of Work: Il giusto ritmo della social innovation

Change for better
28 Febbraio 2019
Ital-IA Convegno Nazionale CINI sull’IA
11 Marzo 2019

Il 26 febbraio a Milano, si è tenuta la IDC Future of Work Conference, organizzata da IDC con l’obiettivo di capire i principali trend del lavoro del futuro.

Injenia è stata uno dei principali partner dell’iniziativa, che ha radunato la community di decision maker delle maggiori aziende italiane per confrontarsi su come rendere il lavoro più collaborativo, agile e coinvolgente.

Injenia ha portato la sua visione e ha fatto il punto sui migliori approcci e strumenti per aumentare la collaborazione aziendale, migliorare le modalità di lavoro e generare nuove opportunità di valore facendo patrimonio delle idee innovative delle persone.

Sul palco principale dell’evento, Cristiano Boscato ha affrontato temi importanti sul rapporto tra innovazione e lavoro. Ha anche presentato i 4 pillar sui quali poggiano le nuove forme di lavoro più agili, reattive al cambiamento, social e smart:

  1. Tecnologia e cultura
  2. Intelligenza collettiva: valorizzare il patrimonio conoscitivo aziendale
  3. Collaboration nei processi aziendali: il Social Process Management
  4. La migliore business strategy è una people strategy

Tecnologia e cultura

In pochi anni, la nostra vita ha subito un cambiamento veloce sotto la spinta della tecnologia. Ormai diamo gli strumenti digitali per scontati e ci siamo dimenticati come si viveva prima del loro avvento: come si comunicava prima dell’instant messaging? Come si arrivava a destinazione senza Google Maps?

Le aziende, invece, si sono concentrate sugli effetti concreti della tecnologia e, soprattutto, su come essa possa indirizzare al meglio l’innovazione in corso. Per questo, il percorso di adozione delle nuove tecnologie in azienda sta procedendo più lentamente.

Un esempio pratico: già dal 2009, Injenia aveva intrapreso la sfida dell’umanizzazione delle tecnologie e proponeva soluzioni human-oriented per la collaborazione aziendale. All’epoca non molti riuscivano a vedere i reali vantaggi della collaborazione. Oggi, invece, Injenia ha realizzato numerosi progetti di social collaboration nelle principali aziende italiane: occorreva solo aspettare il momento in cui si creasse maggiore consapevolezza sulla necessità di portare le persone a collaborare in modo semplice, intuitivo e coinvolgente, come nella vita di tutti i giorni.

Trovare il giusto ritmo di innovazione non significa solo adottare i giusti strumenti, ma anche abilitare una cultura aziendale che porti le persone a lavorare meglio, con l’aiuto della tecnologia. Non c’è nulla di magico negli strumenti: la questione è come le persone possano avvalersi della tecnologia per raggiungere determinati risultati. Lo diceva già Stewart Brand: non si può cambiare la natura degli uomini, ma si possono fare delle scelte (umane) su quali strumenti usare e per fare cosa.  

Serve dunque una cultura aziendale che trovi il suo fondamento nelle persone, le uniche in grado di seguire – anzi precedere! – le innovazioni tecnologiche e i cambiamenti dei modelli di comportamento che esse apportano.

Intelligenza collettiva: valorizzare il patrimonio conoscitivo aziendale

Il panorama del lavoro che Injenia ha presentato alla conferenza di IDC apre le porte a un concetto importante: la natura stratificata dell’innovazione, che non è più patrimonio esclusivo di secolari centri di potere, ma è sociale, ovvero riguarda il lavoro, la vita e il benessere di tutti.

Il presupposto dell’innovazione sociale è una nuova forma di intelligenza collettiva, secondo cui la competenza specifica di ognuno entra a far parte del patrimonio conoscitivo aziendale. Piattaforme innovative come Interacta permettono di creare un’unica intelligenza collettiva nella quale ognuno può offrire il proprio contributo al business.

Oggi si parla di open innovation proprio per riferirsi ai processi innovativi bottom-up, che nascono dalle persone che tutti i giorni vivono la realtà del business e che quindi ne conoscono a fondo le aree di miglioramento. L’innovazione bottom up è così realmente capace di rispondere ai bisogni delle persone e alle grandi sfide di oggi: equità sociale, impatto ambientale, benessere collettivo e dell’azienda.

In questo scenario, il management ha il ruolo chiave di valorizzare al meglio le idee che provengono dalle risorse interne all’azienda, combinando esperienze e conoscenze diverse, senza più ragionare in termini di silos.

Collaboration nei processi aziendali: il Social Process Management

L’innovazione sociale e collettiva serve a rispondere a tre esigenze che oggi tutte le aziende si trovano a dover rispondere: aumentare la collaborazione, diffondere e strutturare la conoscenza, migliorare l’engagement. Molte aziende hanno all’attivo progetti singolari su queste tre aree, ma poche riescono a trarne reale beneficio.

Per rispondere a questo limite, occorre integrare queste tre esigenze all’interno dei processi aziendali, creando un nuovo approccio che prende il nome di Social Process Management, la gestione social dei processi, capace di trasformare collaborazione, conoscenza ed engagement in fattori chiave del successo aziendale.

Injenia ha ideato Interacta, la soluzione per migliorare la gestione di ogni processo, che ha vinto il prestigioso premio dei Digital360 Awards e che sta ora migliorando l’organizzazione di numerose grandi aziende italiane, con conseguenti vantaggi quali:

  • Aumenta la collaborazione e l’autoregolamentazione orizzontale
  • Diffonde la conoscenza e consolida le best practice
  • Organizza le informazioni destrutturate e le rende patrimonio di tutti
  • Aumenta l’engagement e incentiva il senso di appartenenza alla community
  • Migliora la gestione dei processi
  • Offre una panoramica completa e aggiornata dei processi

La migliore business strategy è una people strategy

Social Process Management significa gestire i processi secondo un approccio agile, social e coinvolgente, ma anche porgere nuova attenzione verso l’aspetto sociale dei processi, ovvero fare in modo che il business abbia un impatto reale sulla qualità del lavoro e della vita delle persone.

Per fare questo, le piattaforme social per la gestione dei processi come Interacta mettono a disposizione una grande quantità di dati, per non lasciare all’intuizione decisioni importanti su come identificare, valorizzare, attrarre e far crescere i migliori talenti in azienda e offrire loro una vision e una motivazione profonda verso il loro lavoro.

Grazie a questo approccio, si passa dalle KPI alle KBI, come suggerito da IDC nel corso della conferenza: l’azienda avrà così a disposizione Key Behavioural Indicator sui quali costruire una people strategy non più basata solo sui risultati economici, ma anche sul valore che le persone apportano al benessere aziendale e alla società.

Future of Work: Getting your innovation rhythm right

Il panorama del lavoro del futuro fotografato da Injenia alla conferenza di IDC non si realizza in un giorno solo. Ogni azienda ha il proprio ritmo per innovare e trovare i giusti approcci e strumenti per farlo. L’esortazione è trovare il proprio ritmo per garantire che l’innovazione avvenga a vantaggio di tutti e che tutti procedano nella stessa direzione: solo così l’innovazione avrà reali benefici sul lavoro e sulla vita.

La trasformazione digitale, infatti, non procede per rivoluzioni repentine e singolari, ma è un processo che va fatto passo per passo, senza rimanere indietro, ma neppure correndo veloce verso scenari sconosciuti o irrealizzabili. Per affrontare al meglio questo processo, i nuovi approcci e strumenti per la gestione social dei processi stanno creando una cultura aziendale capace di guidare, e non seguire, l’innovazione e generare un impatto positivo sia sul lavoro, che sul benessere di tutti.  

Rimani aggiornato sulla digital trasformation, non perdere i prossimi InThinking

Iscriviti alla newsletter!

Privacy *
Leggi l'informativa sulla privacy
0Shares
Link rapidi Google Partner: Link rapidi Trasformazione Digitale: Link rapidi Rivenditore Google: Link rapidi Cloud Platform:
mostra link

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi