Injenia al Summit italiano per la manutenzione – SIMa ’19

AI&DigitalProcess Forum_news
AI & Digital Process Transformation Forum
9 Ottobre 2019
Comune_Bologna_news
La giornata del Lavoro Agile
17 Ottobre 2019
Mostra tutto
Injenia_SIMA2019

Injenia_SIMA2019

Come accelerare e ottimizzare i workflow sulle linee produttive? Come risolvere i principali pain sofferti dai manufacturer? La metodologia Social Process Management e la piattaforma Interacta, entrambe ideate e sviluppate da Injenia, offrono soluzioni semplici, veloci, concrete, che riportano al centro il fattore umano

Lo ha spiegato Cristiano Boscato, amministratore di Injenia, durante il 3º Convegno dell’Osservatorio italiano Manutenzione 4.0. 

 

Social Process Management al SIMa ’19: collaboration e intelligenza collettiva al servizio della manutenzione

Il SIMa – Summit Italiano per la Manutenzione – è la due giorni biennale di riferimento per i professionisti della Manutenzione sul territorio nazionale. Organizzata da A.I.MAN. – Associazione Italiana di Manutenzione, si è tenuta il 2-3 Ottobre 2019 presso La Nuvola – LAVAZZA.

Durante il Convegno sono stati presentati i risultati della Survey 2019 dell’Osservatorio sull’Asset Integrity Management. Molti i temi trattati: dalla Manutenzione Sostenibile all’Asset Management, dalla Smart Maintenance fino alla Lubrificazione 4.0 e alla Manutenzione Predittiva. Si è parlato anche, e soprattutto, di collaboration. Cristiano Boscato, amministratore di Injenia, presente all’evento insieme a CARL Software, ha spostato il focus dalla manutenzione predittiva su altri concetti: intelligenza collettiva, conoscenza umana, comunicazione social.

 

L’intelligenza collettiva secondo Injenia: il fattore umano per definire kpi di successo in ambito manutentivo

La manutenzione predittiva ha a che fare nel lungo periodo con l’intelligenza artificiale e con il machine learning – ha detto Boscato nell’introduzione al suo intervento – ma per portare a termine dei buoni progetti di intelligenza artificiale, oltre ai dati e agli algoritmi, serve una terza componente, che contribuisce in modo determinante alla definizione dei kpi di successo. A individuare nel modo più preciso i kpi sono infatti proprio le persone che lavorano in ambito manutentivo. Una conoscenza specifica della macchina ce l’ha chi ci lavora, non ce l’ha chi guarda solo i dati

Spesso, quando si tratta di sviluppare progetti di intelligenza artificiale nelle aziende, questo aspetto viene trascurato, per concentrarsi invece esclusivamente sui dati e sugli algoritmi. Quello che manca è la componente umana. Da qui l’esigenza di unire tutte queste componenti dentro un’unica cornice: noi in Injenia parliamo di intelligenza collettiva come di un’intelligenza artificiale ma tra persone che sono in grado di comunicare. 

 

Collaborazione, conoscenza, engagement alla base del Social Process Management

A partire da questa definizione di Intelligenza collettiva Injenia ha elaborato tre concetti chiave, centrali in ambito manutentivo. 

  • La collaborazione: anche nelle fabbriche e nei siti industriali si avverte sempre più forte la necessità di condividere l’informazione con facilità e immediatezza.
  • La conoscenza. Il bisogno di conoscenza è evidente. Nel caso del transfert learning, per esempio, quando arriva una persona nuova in un’organizzazione, se non sono a disposizione strumenti adeguati, il tempo per un trasferimento efficace del know-how tende a prolungarsi.
  • L’engagement: la capacità di trovare modalità di coinvolgimento efficaci per attivare meccanismi di motivazione.

Collaborazione, conoscenza ed engagement devono radicarsi e permeare i processi aziendali, in questo caso manutentivi, per contribuire davvero al cambiamento. Da queste evidenze, Injenia ha ideato il Social Project Management per la manutenzione: la gestione dei processi per la manutenzione, in chiave social.

 

Social Process Management e Interacta: una comunicazione collaborativa, immediata, intuitiva, efficace

Cristiano Boscato ha poi approfondito la contrapposizione tra strutturato e destrutturato: Il machine learning si divide tra dati strutturati e dati destrutturati, dove i primi sono quelli che arrivano dai sensori, dalle macchine, dalle serie temporali. I dati destrutturati sono tutto il resto: foto, testi, tutto ciò che contribuisce a creare la conoscenza delle persone

L’idea è semplice ma potente: solo gestendo i processi con una comunicazione social, rapida e naturale è possibile valorizzare davvero il fattore umano all’interno di una logica pervasiva di collaborazione e responsabilità, riuscendo a integrare in flussi comunicativi controllabili lo strutturato e soprattutto il non strutturato. Per ottenere questo obiettivo Injenia ha ideato una metodologia, il Social Process Management e un tool, Interacta.

Il Social Process Management è una metodologia capace di ottimizzare e accelerare i workflow aziendali grazie a strategie collaborative per la gestione di informazioni, comunicazioni e task di squadra. Interacta è lo strumento che “mette a terra” i principi del Social Process Management: una piattaforma per la gestione della collaboration e la condivisione del know-how.

 

Gestione dei processi per la manutenzione in chiave social: l’alternativa a whatsapp 

Un momento dell’intervento di Boscato si è concentrato sui vantaggi e i rischi della messaggistica istantanea per un’azienda: Oggi è evidente che la comunicazione deve passare attraverso strumenti intuitivi, semplici e “naturali, quasi epidermici, come per esempio whatsapp. Whatsapp, però, insieme a numerosi benefici presenta anche alcune criticità:

  • non è uno strumento aziendale e le informazioni che vengono veicolate (foto, testi, video) possono essere lette, viste, ascoltate da qualcun altro, 
  • le informazioni comunicate da whatsapp non sono archiviate né gestite, si perdono, disperdendo contemporaneamente un patrimonio aziendale importantissimo che dovrebbe servire invece a creare quella conoscenza che servirà ai progetti. 

Interacta, con cui Injenia ha vinto nel 2018  il premio come miglior piattaforma di smart working e collaboration in Italia, risolve questi due problemi unendo alla componente di processo una dimensione social.

La comunicazione in Interacta ha lo stesso impatto e velocità di whatsapp però tutte le informazioni rimangono a disposizione producendo, tra le altre ricadute positive, un’accelerazione del decision making sia da parte del direttivo di un plant di un’azienda, che vede in real time ciò che sta accadendo, sia tra pari che sono in grado di “parlarsi” e di capire velocemente qual è il problema. Quell’informazione che sia audio, video, fotografata, scritta, rimarrà poi a disposizione: la possibilità di recuperarla e agirla è simile, con Interacta, a quella offerta da Facebook. 

 

Come risolvere i pain ricorrenti negli impianti industriali con il Social Process Management

In uno scenario dominato dagli obiettivi di business continuity, la capacità di pianificare e gestire con efficacia le operazioni di manutenzione è fondamentale per evitare fermi macchina e malfunzionamenti, scongiurando gravose interruzioni di servizio e garantendo il giusto ritmo alle produzioni. 

Secondo Bain & Company  il 20% del potenziale produttivo delle aziende si perde a causa di rallentamenti organizzativi, dovuti principalmente alla mancanza di comunicazione e collaboration, alla scarsa condivisione della conoscenza aziendale, alla difficoltà di strutturare i dati e vagliare le fonti, all’organizzazione problematica dei processi e all’assenza di coinvolgimento e stimolo alla proattività. Questi pain strutturali hanno tutti alla base una comunicazione difettosa, discontinua, non strutturata, poco sicura, addirittura assente. Proprio sulla corretta gestione delle informazioni, sfera di azione sempre più strategica in ambito industriale, i vantaggi ottenibili attraverso il Social Process Management sono dirompenti: strutturare la collaborazione, condividere la conoscenza, accelerare il decision-making e coinvolgere le persone.

 

Le sfide della Manifattura 4.0 e Interacta, la soluzione tecnologica del Social Process Management 

Oggi le aziende manifatturiere devono adattare gli impianti per gestire la produzione in piccoli lotti, adottare macchinari a basso profilo energetico, aumentare i livelli di automazione e intelligenza, assicurare workflow senza interruzioni. Diventa fondamentale, quindi, condividere in modo completo e fluido il know-how aziendale e distribuire i task in modo trasparente.

Il Social Process Management, grazie a Interacta, piattaforma customizzabile e integrabile, permette di estendere al plant la naturalezza e le semplicità delle logiche social che usiamo tutti i giorni e, allo stesso tempo, di strutturare le comunicazioni e di tracciare in real time gli eventi sulle linee produttive. 

La gestione social dei processi produttivi garantisce così agli operatori un accesso tempestivo a tutte le informazioni di cui hanno bisogno.

La conclusione di Boscato apre scenari innovativi, tracciando una linea rossa tra Social process Management e Machine Learning: E quando poi raccogliamo tutte queste informazioni cosa ne facciamo? Abbiamo tempi di riposta, abbiamo info destrutturate, migliaia di foto, migliaia di testi con cui possiamo, tra le altre cose, capire il sentiment di un plant. Tutta questa mole di informazioni deve essere gestita per poter sviluppare soluzioni che vanno dalla predittiva fino alle più complicate. Interacta è lo strumento giusto.

Rimani aggiornato sulla digital trasformation, non perdere i prossimi InThinking

Iscriviti alla newsletter!

Privacy *
Leggi l'informativa sulla privacy
0Shares
Link rapidi Google Partner: Link rapidi Trasformazione Digitale: Link rapidi Rivenditore Google: Link rapidi Cloud Platform:
mostra link

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi